Un anno di blog!

Un anno di blog.
Quando ho iniziato ci speravo, ma forse non ci credevo.
Invece eccomi ancora qui.
Eccovi qui!
A voi i miei mille grazie, perchè senza la vostra presenza, non so se questo cammino proseguirebbe.
Il progetto del libro sta crescendo insieme a me, insieme a voi, insieme al blog. Ed è una sensazione bellissima!!!!
Un anno di blog lo voglio festeggiare; niente torta però, se possibile ho di meglio:
COOKIES AL DOPPIO CIOCCOLATO
Perchè diciamoci la verità… dove c’è festa, c’è anche del cioccolato! E in questi biscotti, ve lo assicuro, è in gran quantità.
Sono i miei preferiti e ve li propongo in questo giorno cosi importante, perchè non trovo modo migliore per ringraziarvi della vostra costante presenza e del sostegno che mi date! E mentre lo scrivo mi emoziono!

Vi lascio la ricetta nell’ultima foto

biscotti al cioccolatobiscotti cioccolatobiscotto cioccolatocookies al cioccolato ricetta

Iris, Giorgio e la red velvet cake!

Questa red velvet cake è stata mangiata a fine gennaio, per il primo compleanno di Iris, bimba bellissima e dolcissima che adoro con tutto il cuore ❤ Sono molto legata a lei e alla sua mamma, quindi assolutamente non mi sarei mai tolta il piacere di prepararla per loro e di decorarla con l’orso Giorgio…il suo peluche preferito!

Febbraio è il mese di San Valentino e, come ogni anno, le red velvet impazzavano su moltissimi blog di cucina… ho quindi preferito aspettare un pò prima di mostrarvela.. non volevo farvi fare indigestione (;

Per chi non la conoscesse, è un pan di spagna al cacao, ma dal colore rosso intenso, che contrasta di solito con farciture bianche. Una consistenza morbida ma umida che quindi non necessita l’aggiunta di una bagna per ammorbidirla ulteriormente.

Non sto qui a darvi la ricetta perchè appunto il web ne è pieno… ognuno ha la sua versione. La mia è una come tante, solo non ho usato colorante alimentare, ma ho approffittato esclusivamente dell’intenso colore della rapa rossa… aggiungendone qualche cucchiaio in più di quello che prevedeva la ricetta… Anche per la panna con la quale ho decorato il tutto ho usato il liquido della rapa rossa… prima amalgato a un cucchiaio di zucchero a velo e poi aggiunto mentre la montavo.

Non amo aggiungere i coloranti negli impasti o nelle decorazioni che prevedo andranno mangiate. Li uso abbondantemente però nelle decorazioni che verranno tolte prima di servire la torta.

L’orso Giorgio l’ho creato quindi tutto in pasta di zucchero, mentre le rose della copertura sono di sola panna ben montata.

Spero vi piaccia (:

orso pasta di zucchero teddy bear gum pasteorso pasta di zucchero teddy bear gum paste 2orso pasta di zucchero teddy bear gumpaste 3rose sac a pochecake rose sac a poche 2

Di pasta fresca e di messaggi…

Quella di oggi è semplicemente la voglia di condividere con voi, un messaggio che mi è stato mandato da una persona per me molto speciale, un’amica che adoro e che sa sempre dirmi la cosa giusta al momento giusto. ❤

Parole, le sue, che mi hanno fatto commuovere. Basta questo per gratificarmi e ricompensarmi. Io sono felice cosi.

whatsapp-message

Ma non mi sono scordata che a Natale avevo promesso anche a voi di farvi vedere cosa contenevano quei pacchetti:

pasta-fatta-casapasta-fatta-casaIo la pasta la faccio cosi:

300 g di semola di grano duro rimacinata, 100 g di farina tipo 0, 100 ml di acqua e una presa di sale. Lascio che l’impastatore amalgami gli ingredienti fino a quando renderà il tutto un pò sabbioso e un pò a straccetti. Ci penserà poi l’accessorio e la trafila a rendere il tutto dei carinissimi maccheroncini. Se ho del tempo a sufficienza, dopo aver impastato lascio riposare per almeno mezz’ora… in modo da aiutare la formazione del glutine e rendere il tutto più elastico.

E ragazzi, viene veramente buona, garantito.

Nonostante questo però, credo di non avere la ricetta perfetta. Credo che mi manchi qualche trucchetto… di quelli tramandati dalle brave massaie. Se c’è qualcuno tra di voi, che ama fare la pasta in casa, e vuole aiutarmi a migliorarla con qualche buon consiglio… io sono sempre qui! Comunque ripeto, è già molto buona cosi!

pacco-pastapacco-pasta

Dai lo so che siete curiosi di sapere anche cosa c’è dentro a quel bigliettino arrotolato…. non voglio farvi stare in pena, ecco qua:

ricetta